Saldi primaverili: prova il nostro hosting gratis per 3 mesi, con uno sconto fino al 90% sui domini. **

Acquista ora
.com
$ 3.99 $ 26.99 /1 ° anno
.one
$ 1.99 $ 16.99 /1 ° anno

Accedi

Pannello di controllo Webmail Editor Web E-commerce File Manager WordPress

SEO per l’e-commerce: una guida per principianti con 7 consigli

Guadagna più clienti nel tuo negozio online con la SEO per l’e-commerce

Quando possiedi un negozio online, la sfida più grande che devi affrontare è attirare clienti e aumentare le vendite dei tuoi prodotti e servizi. Per raggiungere questo obiettivo è necessaria una combinazione di diverse strategie; tra queste, l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) per l’e-commerce è una delle più importanti.

In questo articolo esamineremo perché questo tipo di SEO è essenziale per un negozio online di successo, fornendoti 7 consigli pratici per aiutarti a iniziare.

Cos’è la SEO per l’e-commerce?

La SEO per l’e-commerce è una strategia che può aiutarti a migliorare il posizionamento del tuo negozio online nei motori di ricerca come Google e Bing. La strategia prevede, tra le altre cose:

  • Analisi delle parole chiave
  • Contenuti di alta qualità
  • Miglioramento della struttura del sito web
  • Ottimizzazione della velocità

Approfondiremo nei dettagli ognuno di questi aspetti, capendo perché la SEO per l’e-commerce è importante e in che modo questa strategia differisce dalla “SEO tradizionale”.

Perché la SEO e-commerce è importante?

La SEO per l’e-commerce ti consente di aumentare il numero di potenziali clienti che trovano i tuoi prodotti. Indipendentemente dal fatto che tu sia nella fase di pianificazione prima di avviare un negozio online oppure ti sia già avventurato nel mondo dell’e-commerce, è fondamentale lavorare con la SEO per l’e-commerce se vuoi stare al passo con la concorrenza, ottenere più traffico sul tuo sito web e, soprattutto, aumentare le vendite. Ogni piccolo miglioramento SEO che apporti è un’opportunità per migliorare il tuo tasso di conversione.

Qual è la differenza tra SEO tradizionale e SEO e-commerce?

Molto semplicemente, la differenza principale tra la SEO tradizionale e la SEO per l’e-commerce è che quest’ultima è adattata alle aree particolarmente importanti da migliorare quando gestisci un negozio online. Ottimizzare gli elementi specifici di un negozio online, significa focalizzarsi sull’e-commerce e massimizzare le possibilità di attirare traffico sotto forma di potenziali clienti nel negozio.

Naturalmente, la SEO tradizionale è ancora una parte importante della strategia complessiva, ma con la SEO per l’e-commerce puoi ottenere ancora di più.

Quanto costa la SEO per un e-commerce?

Uno dei vantaggi della SEO per l’e-commerce è che si tratta di una strategia economicamente vantaggiosa, che permette di ottenere risultati significativi con miglioramenti che puoi apportare da solo. Poiché si tratta di interventi che possono aumentare il traffico organico sul tuo sito web, non è necessario spendere soldi in pubblicità o altre campagne di marketing.

Naturalmente, avrai comunque bisogno di una solida strategia di marketing, ma la SEO per l’e-commerce di per sé non è costosa. Ciò significa che puoi far crescere il traffico verso il tuo sito web e aumentare il tasso di conversione senza esosi sforzi finanziari. Sebbene un buon impegno SEO possa richiedere molto tempo, il tempo che dedichi è ben investito, proprio perché c’è molto da guadagnare.

SEO e-commerce per principianti: 7 consigli

Ora che abbiamo esaminato cos’è la SEO per l’e-commerce e la sua importanza per le aziende, è tempo di esaminare i passaggi pratici. Di seguito troverai 7 suggerimenti legati alla SEO per l’e-commerce che possono aiutarti a rendere vincente il tuo negozio online.

1. Ricerca parole chiave

Una SEO efficace inizia con un’approfondita ricerca delle parole chiave. Ovvero, utilizzando vari strumenti SEO, scoprire quali parole e frasi digitano i tuoi potenziali clienti nel motore di ricerca quando desiderano acquistare un prodotto o un servizio. Le parole chiave raccolte possono essere utilizzate per ottimizzare i contenuti del tuo sito web, garantendo che i tuoi prodotti e le tue categorie ottengano il miglior posizionamento possibile nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Vedremo come farlo un po’ più avanti nell’articolo.

Diversi studi dimostrano che il 28,5% di tutti gli utenti clicca sulle pagine che appaiono nella parte superiore dei risultati di Google. La percentuale scende al 15% per le pagine classificate al secondo posto e solo all’11% per quelle al terzo. Se ci spostiamo ancora più in basso, arrivando al decimo posto, il tasso di clic è solo del 2,5%. Sulla base di questi risultati, è chiaro che la priorità è sempre quella di garantire che i prodotti del tuo negozio online raggiungano una posizione di primo piano tra le pagine dei risultati.

Strumenti SEO per il tuo negozio online

Esistono molti strumenti diversi che puoi utilizzare quando esegui l’analisi delle parole chiave per il tuo negozio online. Su one.com, lo strumento SEO Marketgoo è sempre incluso quando scegli il piano hosting Guru.

Se sei già cliente one.com, puoi aggiungere facilmente Marketgoo direttamente dal tuo pannello di controllo. Il prezzo dipende se scegli il pacchetto Start o il pacchetto Evolution. Se non hai molta esperienza con la SEO, ti consigliamo di scegliere il pacchetto Start per cominciare. Potrai sempre fare l’upgrade in seguito, se necessario.

Ci sono anche diversi strumenti SEO gratuiti che puoi utilizzare, ad esempio il generatore di parole chiave di Ahrefs e il pianificatore di parole chiave di Google (Google Keyword Planner). Tuttavia, la maggior parte degli strumenti gratuiti presenta alcune limitazioni che possono rendere più difficile l’analisi completa delle parole chiave. È quindi molto conveniente investire in uno strumento più avanzato come Marketgoo.

Come trovare le migliori parole chiave per il tuo negozio online

Una volta scelto il tuo strumento SEO preferito, puoi iniziare l’analisi delle parole chiave. È importante tenere conto dell’intento di ricerca degli utenti, perché il tuo obiettivo è attirare visitatori interessati ad acquistare qualcosa. Ne parleremo nella prossima sezione, ma per ora diamo un’occhiata ad alcuni esempi di analisi delle parole chiave per il tuo negozio online.

Immaginiamo che tu venda candele. Puoi iniziare inserendo la parola “candele” nel campo di ricerca dello strumento SEO. Non dimenticare di selezionare la lingua e la regione prima di dare il via alla ricerca delle parole chiave. Se operi su mercati di diversi Paesi, puoi effettuare una ricerca per ciascuna lingua.

La ricerca di “candele” ti fornisce la risposta a quanti utenti cercano questa parola esatta ogni mese. Riceverai anche un elenco di molte altre parole chiave correlate, ad esempio “candele LED”, “candele lunghe” e “candele rosse”.

Intento di ricerca

Ora dovrai selezionare le migliori parole chiave. Per fare ciò, è importante conoscere il concetto di “intento di ricerca”, ovvero il motivo per cui un utente digita un termine di ricerca su Google.

Nel contesto della SEO, esistono quattro diversi tipi di intenti di ricerca:

  • Navigazionale: l’utente sta cercando un sito web o una pagina particolare di un sito web. Esempio: “Login Corriere della Sera” o “Assistenza clienti Microsoft”.
  • Informativo: l’utente effettua la ricerca perché desidera saperne di più su qualcosa. Esempio: “quali candele inquinano meno?”
  • Commerciale: l’utente è interessato ad acquistare qualcosa, ma vuole comunque confrontare diversi prodotti prima di decidere cosa comprare. Esempio: “quali sono le candele migliori?”
  • Transazionale: l’utente desidera acquistare qualcosa. Esempio: “comprare candele online”.

Quando lavori con la SEO per l’e-commerce, è sempre importante pensare all’intento di ricerca. Ciò aiuta a garantire che i visitatori che arrivano sul tuo sito siano effettivamente interessati a ciò che hai da offrire.

Torniamo all’elenco delle parole chiave correlate, quelle fornite dallo strumento SEO. Sulla lista c’era “candele rosse”. È un buon esempio di parola chiave con intento di ricerca commerciale. Possiamo capirlo perché tutte le pagine che si posizionano più in alto nella SERP quando si cerca “candele rosse” sono pagine di categoria di altre aziende di e-commerce che vendono una selezione di candele rosse.

Questo significa che se uno dei prodotti che offri sono le candele rosse, dovresti senza dubbio ottimizzare il tuo negozio online con questa parola chiave.

Ma che dire della domanda dell’utente con intento di ricerca “informativo”? La domanda che il cliente ha scritto nel campo di ricerca era: “quali candele inquinano meno”.

Anche se l’utente non ha ancora capito cosa vuole acquistare, la parola chiave è comunque utile. Se vendi candele ecologiche, potresti trarre vantaggio dallo scrivere un post sul blog dal titolo “Quali candele inquinano meno?”. In un articolo come questo, rispondi alla domanda e includi un link alle tue candele certificate dal punto di vista ambientale.

Prima di farlo, però, dovresti ovviamente verificare se le tue candele soddisfano i requisiti per le candele ecologiche, in modo da evitare il greenwashing che può danneggiare la reputazione della tua azienda.

Più avanti nella guida, nella sezione “Scrivi testi SEO per il tuo negozio online”, approfondiamo come utilizzare le migliori parole chiave sul tuo sito web. Per prima cosa diamo uno sguardo più da vicino ai miglioramenti tecnici SEO che aumentano le possibilità che il tuo negozio online raggiunga una posizione di primo piano su Google e altri motori di ricerca.

Hai bisogno di ulteriori consigli per l’analisi delle parole chiave? Guarda la nostra guida video di seguito:

How to do keyword research

2. Buona architettura del sito web

Garantire una struttura chiara e user-friendly del tuo sito web dovrebbe sempre far parte della tua strategia quando lavori con la SEO e-commerce. La struttura della pagina rientra nella categoria della SEO tecnica, ovvero apportare modifiche tecniche per migliorare il posizionamento del tuo sito web e attirare più traffico.

Ci sono diversi vantaggi nel migliorare la struttura del tuo sito:

  • Rendi più facile trovare i prodotti ai tuoi visitatori
  • Google e altri motori di ricerca possono facilmente eseguire la scansione del tuo sito e scoprire tutti i tuoi prodotti e categorie.
  • Una struttura logica aumenta le possibilità di raggiungere una posizione di primo piano su Google.

L’obiettivo è che i tuoi utenti possano trovare i singoli prodotti sul tuo sito web con pochi clic, altrimenti potrebbero finire per spazientirsi e precipitarsi verso un concorrente.

Garantisci una navigazione logica nel tuo negozio online

In un negozio online è fondamentale assicurarsi che i visitatori abbiano una visione chiara di menu, prodotti e pagine. Dovrebbe essere facile per loro muoversi da una pagina all’altra. Se torniamo all’esempio del negozio online che vende candele, allora avrebbe senso dividere le candele in categorie principali logiche, come marche e tipologie. Le categorie principali possono poi essere suddivise in sottocategorie, ad esempio lunghezza, dimensioni e durata della combustione.

Se disponi di un ampio catalogo di prodotti, i tuoi utenti apprezzeranno le opzioni di filtro nelle categorie di prodotto. Puoi, ad esempio, creare filtri per prodotti popolari, nuovi prodotti, dimensioni e prezzi.

Nomi delle categorie

Non dimenticare di utilizzare le tue parole chiave migliori quando dai un nome alle categorie. Un buon nome di categoria può essere un fattore decisivo per attirare potenziali clienti nel tuo negozio online.

In molti casi esistono più nomi per lo stesso prodotto. Un buon esempio nell’inglese britannico sono “sweater” e “jumper”. Il termine di ricerca “sweater” ha un volume di ricerca mensile di circa 12.000 nel Regno Unito. Ciò significa che gli utenti nel Regno Unito digitano quella parola chiave esatta nel campo di ricerca di Google 12.000 volte al mese. In quanto tale non è affatto una parola chiave sbagliata, ma lo diventa se paragonata alla parola chiave “jumper”, che ha un volume di ricerca mensile di circa 30.000. Pertanto, è probabile che un negozio online che vende vestiti nel Regno Unito attirerà più clienti se utilizza “jumper” come nome di categoria. Tuttavia, dei buoni sinonimi sono estremamente utili per altri testi SEO all’interno del negozio online, di cui parleremo più avanti.

Quando avvii il tuo negozio online con one.com, puoi creare facilmente categorie di prodotti prima di lanciare il negozio. Puoi anche collegare prodotti simili tra loro per massimizzare le possibilità di vendite aggiuntive e, naturalmente, puoi anche aggiungere nuove categorie di prodotti in qualsiasi momento in seguito.

3. Negozio online ottimizzato per i dispositivi mobili

Ci sono diversi motivi per cui dovresti ottimizzare il tuo negozio online per i dispositivi mobili. Innanzitutto, molti dei tuoi potenziali clienti acquistano da un dispositivo mobile. Inoltre, la compatibilità con i dispositivi mobili influisce sul tuo posizionamento nei risultati di ricerca di Google, perché Google “premia” i siti web ottimizzati per i dispositivi mobili con un posizionamento migliore.

Nella sezione precedente abbiamo esaminato la struttura e la navigabilità del tuo negozio online. Per garantire una buona esperienza utente è necessario assicurarsi che la navigazione funzioni altrettanto bene su tutti i dispositivi. Il modo più semplice per raggiungere questo obiettivo è utilizzare un costruttore di siti web che fornisca automaticamente contenuti responsive, ovvero ottimizzati per i dispositivi mobili sul tuo sito web.

Anche se il tuo negozio online è progettato per essere ottimizzato per i dispositivi mobili, potrebbe comunque essere una buona idea testarlo da diversi device e prestare attenzione ai seguenti aspetti:

  • I tuoi contenuti vengono visualizzati nell’ordine previsto su tutti i dispositivi?
  • Pulsanti e link sono facili da cliccare?
  • Il carattere e la dimensione del carattere sono facili da leggere?
  • Le immagini appaiono nitide e chiare?
  • È facile compilare moduli e campi di testo?
  • Il processo di pagamento funziona correttamente?

Se desideri saperne di più su quali dispositivi, sistemi operativi e browser sono più popolari tra i tuoi visitatori, puoi approfondire i dati di Google Analytics. Se disponi di un pacchetto di hosting con one.com, puoi accedere alle statistiche del sito web direttamente dal pannello di controllo.

4. Ottimizza velocità di caricamento delle pagine

La maggior parte di noi trova difficile essere paziente se un sito web impiega molto tempo a caricare una pagina. Per garantire una buona esperienza utente nel tuo negozio online, dovresti quindi assicurarti che l’intero sito web sia ottimizzato in termini di velocità, poiché le ricerche mostrano che il 40% degli utenti abbandona un sito se il tempo di caricamento è superiore ai 4 secondi. La velocità del tuo sito può anche influenzare il posizionamento del tuo negozio nei motori di ricerca. Per questo motivo vale la pena dare priorità all’ottimizzazione della velocità.

Se desideri misurare la velocità del tuo sito web, puoi utilizzare lo strumento per sviluppatori di Google Page Speed. Quando il tool analizza la pagina (impiegando al massimo un minuto) gli conferisce un punteggio da 0 a 100. Più alto è il punteggio, migliore è la pagina. Puoi visualizzare il punteggio sia per dispositivi mobili che desktop.

Come puoi assicurarti che il tuo sito web venga caricato più velocemente? Due cose importanti che puoi fare per ottimizzare la velocità del tuo negozio online sono:

  • Comprimere i file delle immagini: quelli di grandi dimensioni richiedono più tempo per caricarsi. Utilizzando uno strumento come Imagify, puoi facilmente comprimere le tue immagini senza compromettere la loro qualità.
  • Utilizzare una CDN: una rete di distribuzione dei contenuti garantisce che i tuoi contenuti vengano caricati da un server vicino all’utente. Riduce i tempi di caricamento perché i dati non vengono inviati su lunghe distanze.

5. Scrivi testi SEO per il tuo negozio online

Ora è il momento di tornare alle parole chiave che abbiamo esaminato in precedenza nell’articolo. Dopo aver fatto la tua ricerca, naturalmente desideri che le tue parole chiave siano integrate nel testo nel tuo negozio online. Puoi procedere in diversi modi. Come abbiamo accennato in precedenza, è cruciale utilizzare le migliori parole chiave quando si nominano le categorie di prodotti. Ma oltre alle categorie di prodotti nel tuo negozio, ci sono anche diversi altri testi che possono dare un buon impulso SEO al tuo negozio online.

Descrizioni dei prodotti

Descrizioni di prodotto ben scritte e informative possono fare una grande differenza quando si parla di SEO, nonché per evidenziare i vantaggi più importanti dei tuoi prodotti.

Immaginiamo che la tua potenziale cliente, Claudia, stia cercando un nuovo maglione per il suo cane, Bingo. Claudia è vegana e attenta al clima, quindi per lei è importante che la maglietta di Bingo sia realizzata con materiali biologici e vegani. Se il tuo negozio online vende questo tipo di maglioni, Claudia sarà più propensa ad acquistarli da te, a patto che tu abbia incluso dettagli e parole chiave come “biologico”, “vegano” e “sostenibile” nella tua descrizione di prodotto. Forse anche il colore è importante per Claudia, perché Bingo è più carino con i maglioni verdi. Anche il colore quindi, dovrebbe essere integrato nella descrizione del prodotto.

Con buone descrizioni di prodotto nel tuo negozio online, prendi due piccioni con una fava, perché fornisci ai tuoi utenti informazioni dettagliate sui tuoi prodotti e utilizzi parole chiave che possono contribuire a un migliore posizionamento dei tuoi prodotti nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

Alt text

Un Alt text (abbreviazione di alternative text) è un breve testo che descrive le immagini presenti nel tuo negozio online. Gli alt text rendono il tuo sito web più accessibile consentendo alle persone con visione ridotta di utilizzare uno screen reader. Se l’utente non riesce a vedere l’immagine, può invece chiedere allo screen reader di leggere ad alta voce il testo inserito.

Nel contesto della SEO e-commerce, gli alt text sono assai rilevanti perché facilitano ai motori di ricerca l’analisi del contenuto dell’immagine. Se usiamo il maglione per cani dell’esempio sopra, possiamo usare il testo alternativo a nostro vantaggio, descrivendo l’immagine utilizzando alcune delle parole chiave più importanti come “maglione per cani”, “verde”, “biologico” e “vegano”.

Suggerimento rapido: assicurati che gli alt text nel tuo negozio online non superino il limite massimo di 125 caratteri.

Post del blog

Un blog può aiutarti ad attirare più traffico sul tuo sito web, poiché ti dà la possibilità di scrivere testi più lunghi e includere più parole chiave della tua ricerca di parole chiave. La maggior parte degli strumenti SEO ti mostrerà, oltre al volume di ricerca, le domande frequenti relative alla parola chiave inserita. Puoi utilizzare queste domande come punto di partenza quando scrivi i post del tuo blog. Ad esempio, se inseriamo il termine di ricerca “candele”, otterremo domande come “come si fanno le candele?” e “quanto riscaldano le candele uno spazio interno?”.

La prima domanda ti offre molte opportunità di scrivere un post sul blog interessante e di facile lettura, in cui racconti ai potenziali clienti di più sulla produzione delle candele che vendi nel tuo negozio. E poi hai anche una buona opportunità per inserire link interni ad alcuni dei prodotti e dei marchi che menzioni nel tuo post sul blog.

Non sei entusiasta all’idea di scrivere un post sul blog? Allora puoi prendere in considerazione l’idea di invitare un blogger ospite o utilizzare un assistente di scrittura AI, come quello incluso nel Website Builder fornito con tutti i pacchetti di hosting su one.com.

6. Meta descrizioni accattivanti

La meta descrizione è il breve testo che appare sotto il titolo della pagina nelle SERP e mostra agli utenti cosa possono aspettarsi di trovare nel tuo negozio online. Spesso è la prima impressione che i potenziali clienti hanno del tuo negozio prima ancora di visitarlo. Per questo motivo, è cruciale che le meta descrizioni delle singole pagine nel tuo negozio catturino l’attenzione degli utenti, se vuoi aumentare le probabilità che clicchino sul tuo negozio.

Il posizionamento del tuo negozio nelle SERP non è direttamente influenzato dai titoli delle pagine e dalle meta descrizioni, ma una meta descrizione ben scritta e accattivante può aumentare la percentuale di clic (CTR). Ciò significa che otterrai più visitatori sul tuo sito web, spesso anche se la tua pagina non ha ancora una posizione di rilievo nei risultati di ricerca.

Guardiamo il titolo di una pagina di esempio e la meta descrizione di una categoria di maglioni per cani lavorati a maglia:

Titolo: Maglioni biologici per cani di piccola taglia (max 60 caratteri)

Meta description: I nostri maglioni per cani, lavorati a maglia, sono perfetti per riparare dal freddo i cani di piccola taglia durante le passegiate. Scegli tra tanti colori! (max 160 caratteri.)

Sei un cliente one.com? Allora puoi aggiungere le tue meta descrizioni direttamente dal pannello di controllo nel Website Builder. Puoi farlo dalla scheda “Marketing e SEO” nel menu a sinistra.

7. Produci contenuti unici che abbiano valore per i tuoi utenti

I contenuti di tutte le singole pagine del tuo negozio online dovrebbero essere il più possibile unici. I contenuti unici giocano un ruolo decisivo quando i motori di ricerca assegnano un ranking alle pagine dei risultati. Se disponi di un vasto catalogo di prodotti, con migliaia di prodotti diversi, probabilmente non sarà possibile evitare completamente i contenuti riciclati. Tuttavia, per quanto possibile, il tuo obiettivo dovrebbero sempre essere i contenuti unici.

Ma cosa si intende esattamente per contenuto unico? Tutti i testi che scrivi per il tuo negozio, come descrizioni di prodotti, descrizioni di categorie, alt text e post del blog, rientrano nella regola dei contenuti unici. Ciò significa che rischi un posizionamento peggiore nei risultati di ricerca se, ad esempio, copi la descrizione del prodotto del tuo fornitore e la utilizzi sul tuo sito web. Lo stesso vale se utilizzi più e più volte la stessa descrizione del prodotto o se prendi in prestito un po’ troppo da un post di un blog di un altro sito web.

Contenuti uguali trovati su diverse pagine vengono registrati dai motori di ricerca come contenuti duplicati. Se hai molti contenuti duplicati, ciò può danneggiare il tuo posizionamento nei risultati di ricerca.

Google stesso ha pubblicato una serie di linee guida per i contenuti dei siti web, che sottolineano, tra le altre cose, il fatto che i contenuti dovrebbero essere originali, interessanti e avere valore per i lettori.

I testi SEO che utilizzi nel tuo negozio online non dovrebbero quindi contenere solo le migliori parole chiave, ma anche essere veritieri, ben scritti e offrire ai tuoi utenti qualcosa che abbia per loro un valore reale. Questo non significa che devi scrivere una lunga tesi scientifica, ma semplicemente che devi assicurarti che i tuoi testi diano all’utente le informazioni di cui ha bisogno e che lo stesso testo non si trovi già altrove online. Tutte le linee guida di Google possono essere lette qui.

Inizia con la SEO per l’e-commerce

Che tu abbia appena iniziato il tuo viaggio nell’e-commerce o già creato il tuo negozio online, un lavoro continuo con la SEO per l’e-commerce può fare la differenza per il tuo successo. Combinando l’analisi delle parole chiave con contenuti di qualità, aggiustamenti tecnici e una buona esperienza utente, non solo garantisci un migliore posizionamento nei risultati di ricerca per il tuo negozio online, ma offri anche ai tuoi clienti un’esperienza positiva quando fanno acquisti online. In tal modo, getti le basi per un’azienda di e-commerce in crescita, con clienti fedeli che vorranno tornare nel tuo negozio ancora e ancora.